Caritas
Dicembre 2017
L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
  • Registrati

IN FUGA DALLA SIRIA

Vi invitiamo a partecipare alla mostra interattiva "In fuga dalla Siria" che si terrà nella nostra parrocchia da Sabato 25 novembre a Domenica 3 dicembre, in allegato trovate il volantino.

Si tratta di uno story game in cui allo spettatore viene chiesto di mettersi nei panni di un migrante che si trova a dover fuggire dal proprio paese.

Grazie a questa mostra sarà possibile avere uno sguardo nuovo e diverso sulle condizioni delle persone che scelgono di mettersi in viaggio verso un futuro migliore.

Per chi vuole collaborare nell'organizzazione della mostra chiediamo di partecipare all'incontro di formazione che si terrà lunedì 13 novembre dalle 20,30 alle 22,30 in oratorio e la disponibilità a fare un turno di 2 ore durante l'apertura della mostra.

 

EMERGENZA FREDDO

E' il quinto anno che come comunità parrocchiale ci impegnamo nel progetto di "Emergenza freddo" promosso dalla caritas reggiana per dare ospitalità a persone senza fissa dimora da dicembre a marzo.

Si tratta di un'opera che coinvolge volontari ,opportunamente turnati mattino e sera, nel condividere una parte del loro tempo libero con queste persone in un appartamento parrochiale.

Non ci si vuole limitare ad offrire loro un rifugio per i mesi invernali ,ma si vuole creare uno spazio per la relazione per essere un segno di carità con la propria presenza a vincere quelle paure,pregiudizi e strumentalizzazioni che a volte si creano nella diversità di condizione sociale o provenienza.E' un'esperienza semplice,ma che ci ha messo in discussione,nel nostro stile di vita e comportamento,cambiando anche un po' di noi stessi.

Chiunque fosse interessato a voler conscere meglio il progetto o si sente adatto a poter contribuire dando un po' del proprio tempo a questi fratelli,può chiedere ulteriori informazioni presso la canonica o partecipare alla serata introduttiva di martedì 29 novembre presso la sala parrocchiale.

Grazie.

 Leggi in pdf

PROGETTO "RIFUGIATO A CASA MIA"

“Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato…”

 La nostra parrocchia ha l’opportunità e la fortuna di accogliere, tramite il programma di Caritas Italiana e Caritas Diocesana ‘ProTetto – Rifugiato a casa mia’, due giovani provenienti uno dal Mali, di nome Aziz, e uno dal Senegal, di nome Malamine.

Li avremo con noi fino al 30 settembre 2016 e sono alloggiati nella casa della Parrocchia in Via don P. Borghi 4, dietro la Chiesa Nuova.

 Due famiglie si sono offerte a far loro da Tutor, cioè da garanti e da coordinatori degli interventi della comunità parrocchiale e delle singole famiglie. Si tratta di:

• Enzo e Liliana Fontana tel. 348-7537331
• Claudio e Susanna Bertani tel. 335-6837185

Il progetto Caritas, del tutto gratuito, prevede che questi giovani, al termine dell’ospitalità risultino più autonomi ed integrati e possano sperare in un futuro migliore.
Nel frattempo, dovranno rendersi autosufficienti nell’economia casalinga e nella vita quotidiana per cui necessita che, durante questo periodo, tutta la comunità Montecchiese si faccia carico di aiutarli e accompagnarli, ad esempio:
• ospitandoli a pranzo o a cena, insieme o singolarmente
• insegnando loro a cucinare e accompagnandoli a fare la spesa.
• facendo loro compagnia la sera dopo cena o a casa propria o da loro
• facendoli parlare molto nella nostra lingua per facilitare il loro inserimento

Ci attendiamo una risposta corale ed entusiasta, nella convinzione che questa ospitalità farà bene molto soprattutto a noi.

Per dare la Vostra disponibilità e per ogni informazione potrete rivolgervi alle famiglie sopra indicate o in Parrocchia.

  • Da tanti anni le attività che svolgiamo sono principalmente quelle di:

     

    Centro di Ascolto delle Povertà: il 1° e 3° sabato di ogni mese dalle 9,30 alle 12: una porta aperta sul mondo, per accogliere, ascoltare e mettersi in relazione con chiunque abbia bisogno. L’aiuto materiale immediato (informazioni per la ricerca lavoro, della casa…ecc) si trasforma spesso in una relazione o in un progetto più articolato e protratto nel tempo, grazie anche alla frequente collaborazione con i Servizi Sociali.

    Distribuzione di abiti, scarpe, biancheria: il 2° e 4° sabato di ogni mese dalle 9,30 alle 12: le persone incontrate al Centro di Ascolto e valutate bisognose possono accedere 4 volte in 4 mesi presentando un cartellino personale.

    Per chi vuole donare abiti per la distribuzione, si consiglia di consegnarli i sabati in cui è aperto il centro di ascolto.
    Ricordiamo anche che è indispensabile che gli abiti siano in buono stato, lavati e stirati; sia perché non è più possibile ora far portare gli abiti al macero e non è nostro compito, ma soprattutto perché anche i fratelli più bisognosi hanno diritto di indossare abiti dignitosi.

  • Dal 2002 la Caritas Diocesana ha attivato un progetto di Accoglienza Invernale.


    Molte parrocchie e privati in tutta la diocesi hanno messo a disposizione alcuni spazi per accogliere chi è senza tetto dal 1 Dicembre al 31 Marzo, e questo è il quarto anno in cui la nostra comunità parrocchiale aderisce al progetto. Il luogo destinato all’accoglienza è l’appartamento della Parrocchia in Via Don P. Borghi, dietro alla Chiesa Nuova.


    Il progetto consiste in un servizio di dormitorio e accoglienza: le persone sono ospitate alla sera e per la notte, mentre durante il giorno si spostano a Reggio. I volontari (suddivisi in due turni ogni giorno, alla mattina e alla sera) aprono la casa e accolgono le persone la sera, e li congedano al mattino, con orari compatibili con i mezzi pubblici.


    L'accoglienza è un'occasione di scambio, condivisione, sensibilizzazione e crescita, sia per le persone accolte, sia per chi le accoglie.
    Non si riesce indubbiamente a sopperire al bisogno di tutti quelli che non hanno un tetto sotto cui dormire, ma per la comunità si tratta di un’importante opera-segno, di un'opportunità di riflessione sui nostri stili di vita, sulle disuguaglianze del mondo, soprattutto in questi anni di crisi socio-economica e culturale. È un'occasione per amare fratelli in difficoltà, che non mancheranno sicuramente di ringraziarci e di donarci molto di più di quanto immaginavamo.

     

    Con alcune persone ospitate gli anni scorsi è nato e cresciuto nel tempo un rapporto di amicizia, e la relazione si mantiene nel tempo. Alcuni di loro sono riusciti ad inserirsi in un percorso lavorativo e abitativo a Montecchio.

     

     
  • Il progetto REMIDA FOOD si prefigge di raccogliere derrate alimentari non più commercializzabili ma ancora perfettamente salubri, da distribuire settimanalmente alle famiglie bisognose di Montecchio. L'obiettivo è quello di rispondere da una parte ai bisogni di prima necessità in aumento a causa dell’attuale crisi economica, dall’altra di promuovere e affermare una cultura di piena valorizzazione delle risorse, di lotta al consumismo e allo spreco, anche attraverso la riduzione del monte rifiuti prodotti con effetti positivi sull’impatto ambientale.

    Gran parte degli alimenti distribuiti proviene dal Banco alimentare, un’importante onlus che opera a livello nazionale, recuperando le eccedenze dei supermercati e ridistribuendole a strutture caritative.

     

    Si tratta di una preziosa attività sostenuta da volontari della Caritas e di altre associazioni del paese coordinate dai servizi sociali. La sede di REMIDA FOOD è presso i locali della ex Coop in Strada Sant'Ilario.

  • Negli ultimi anni come Caritas Parrocchiale abbiamo cercato di “riordinare le idee”, con l’obiettivo di diventare meno distributori di “cose” ma più capaci di farci prossimo ai fratelli che incontriamo.

     

    In questo contesto nasce la stretta collaborazione tra il Centro di Ascolto e il Centro di Aiuto alla Vita, perché spesso le famiglie seguite dal Centro di Ascolto sono le stesse aiutate dal CAV. Infatti il CAV si occupa principalmente del sostegno alle neo-mamme in difficoltà e ai loro bambini, e alle future mamme che senza un aiuto e un supporto avrebbero difficoltà ad accogliere una nuova vita. L’aiuto parte dal sostegno pratico (pannolini, alimenti, accessori ed attrezzature per la prima infanzia…), e arriva a creare con la mamma e la sua famiglia una stretta relazione, grazie a visite domiciliari ed altre occasioni di incontro, in genere nel primo anno di vita del bambino.

     

    Spesso la nascita di un bimbo (o più di uno….) non fa che mettere in risalto bisogni che magari erano già presenti all’interno della famiglia, ma che non erano emersi (ad esempio la situazione di difficoltà economica dovuta alle difficoltà lavorative del capofamiglia). Mettendo insieme le forze, è così possibile avviare un progetto di relazione e sostegno alle famiglie, che spesso va oltre il periodo del post-nascita.

logo caritas

Iscrizione Corso Teologia Valdenza

Immagini

Caritas

Caritas Montecchio Emilia

Via Ercole Franchini, 47
42027 - Montecchio Emilia (RE)
Tel. 0522 864110

Mail:
cda.montecchioem@libero.it

Links

La Parrocchia

Parrocchia S. Donnino M.

Via Ercole Franchini, 47
42027 - Montecchio Emilia (RE)
Tel. 0522 864110

Mail:
segreteteria@parrocchiamontecchioe.it
parroco@parrocchiamontecchioe.it
redazione@parrocchiamontecchioe.it

Iscrizione Newsletter

Per restare sempre in contatto con noi iscriviti alle nostre newsletter. Verrai informato sempre delle nostre iniziative.

La parrocchia su Facebook